Tecnologia a freddo

Trasforma il futuro della stampa con la TECNOLOGIA A FREDDO

La nuova stampa a freddo, rispetto all'utilizzo di una stampante laser, permette di ridurre i consumi energetici (dati dalla mancanza di calore e del fusore) e le emissioni di CO2, presenti nell'aria, fino al 90%. Questo permette di ridurre al minimo l'emissione di polveri nocive che le stampanti laser emettono e di conseguenza, il posto di lavoro è più sano e più pulito.

 

Inoltre, hanno meno componenti da sostituire e le testine sono permanenti. Ciò assicura una riduzione dell'impatto ambientale legato alla produzione e al riciclo dei materiali di consumo. A differenza delle stampanti laser che impiegano un maggior numero di consumabili e richiedono la sostituzione periodica del tamburo, della cinghia e del fusore.

 

Grazie alla mancanza di calore, i componenti delle stampanti tendono meno ad usurarsi, di conseguenza, anche i tempi di fermo delle macchine sono ridotti e la necessità di manutenzione è minima.

La tecnologia a freddo non necessita di riscaldamento prima di stampare, contribuendo a ridurre i consumi energetici e il nostro impatto ambientale.

 

 

 

EPSON sostiene la campagna "TURN DOWN THE HEAT" con NATIONAL GEOGRAPHIC:

"CONTRASTIAMO IL RISCALDAMENTO GLOBALE"

Anche noi crediamo fortemente nel risparmio energetico, promuovendo l'innovativa gamma di stampanti Epson a getto di inchiostro con tecnologia a freddo: è più efficiente dal punto